Richiesta di una seconda revisione

COME COMPORTARSI SE IL VOSTRO PAPER (REVISIONATO DA NOI) NON VIENE ACCETTATO PER “SCARSO” INGLESE

Download this page as PDF

Purtroppo succede sempre più spesso che un paper venga rifiutato per ‘poor English’. Di solito i manoscritti vengono respinti per una o più di queste ragioni:

  • reviewer non di madre lingua inglese che non sono in grado di giudicare la qualità dell’inglese e che, vedendo che i nomi degli autori sono italiani, presuppongono che l’inglese debba essere rivisto. In genere, questi revisori non forniscono esempi specifici
  • il referee riscontra problemi non strettamente legati all’inglese, che dipendono da mancanza di chiarezza espositiva, ma che in ogni caso attribuisce ad un ‘poor English’
  • editori come Wiley, Springer e Elsevier, vogliono promuovere i loro servizi di editing
  • il manoscritto contiene errori introdotti dopo la nostra revisione. In genere le modifiche dell’ultimo minuto vengono eseguite rapidamente e quindi sono più soggette a errori. Se il revisore sostiene che ci sono errori di battitura, è molto probabile che questi siano stati introdotti dopo la nostra revisione, dato che eseguiamo sempre un controllo ortografico, pratica che consigliamo sempre anche a voi di fare come ultima cosa prima di mandare il documento all’editor.

Nel caso si tratti di errori che noi non abbiamo individuato nella nostra revisione, provvediamo a rimediare subito, naturalmente a nostro carico.

Qualsiasi sia il motivo, è sempre meglio accontentare l’editor.

PASSI DA SEGUIRE PER RICHIEDERE UNA NOSTRA SECONDA REVISIONE

Per agevolare il lavoro, vi preghiamo di:

  • Verificare quali modifiche avete apportato in seguito alla nostra revisione utilizzando l’opzione ‘Confronta versioni’ di Word.
  • Strumenti > Revisioni > Confronta versioni…
    Schermata di Word - Confronta versioni
  • A sinistra caricare la versione revisionata da noi e a destra la versione finale che avete mandato all’editor:
    Schermata di Word - Confronta versioni
  • Premete: OK. Viene generato un doc che evidenzia le modifiche apportate dopo la nostra revisione.

Con questa operazione si può capire se gli ‘errori’ evidenziati dal reviewer sono stati introdotti da voi o si trovano nel testo revisionato da noi e non sono stati ‘corretti’.

In quest’ultimo caso, andrebbe verificato se si tratta veramente di errori. E’ possibile che un reviewer di non madre lingua individui un errore dove in realtà non c’è. Questo passo lo facciamo noi.

Vi preghiamo di mandarci questi cinque documenti e di rinominarli Doc 1, Doc 2 ecc.:

  1. Il doc revisionato da noi. (Doc 1)
  2. La versione del ms finale che avevate passato all’editor. (Doc 2)
  3. Il doc che avete generato usando l’opzione ‘confronta versioni’. (Doc 3)
  4. Il reviewers’ report, con evidenziati i punti che riguardano la lingua inglese. (Doc 4)
  5. La versione che volete che noi revisioniamo di nuovo. Evidenziare in giallo le parti che NON avete toccato, lasciando in BIANCO solo le parti che dobbiamo guardare. (Doc 5)

Seguire i passaggi suggeriti comporta un notevole risparmio di tempo sia per noi che per voi.

Se viene appurato che gli errori individuati da un referee sono stato introdotti dopo la nostra revisione, il tempo impiegato da noi a fare queste ulteriori revisioni sarà aggiunto al costo del prossimo paper che ci manderai. Se si tratta di poche modifiche, il lavoro è gratis.

Nel caso si tratti di errori che noi non abbiamo individuato nella nostra revisione, provvediamo a rimediare subito, naturalmente a nostro carico.